Fido, dall’adozione a distanza all’adozione vera.

È il 30 gennaio 2016, quando il Nucleo Antimaltrattamento del’ENPA di Monza e Brianza, in seguito a una segnalazione, fa la sconcertante scoperta, in un’abitazione di Giussano (MB), di tre cani che chiamarli tali è un eufemismo: più realisticamente sono tre mucchi d’ossa con un po’ di pelle attaccata. sequestro fido-NSLe motivazioni dei proprietari, secondo i quali i tre animali sono “solo” un po’ magri, non convincono i volontari e grazie al veterinario ufficiale ATS ne viene disposto l’immediato sequestro.

Questa è storia di ieri. Fido, uno dei tre, arriva nel canile di Monza in pessime condizioni e ancora choccato da una vita di stenti (nella foto a sinistra, Fido al momento del sequestro.) Ma qui trova tutto l’aiuto di cui ha bisogno: il recupero sanitario e l’ottimo lavoro dei volontari gli permette di rifiorire e l’inserimento nel Progetto Famiglia a Distanza gli consente un pieno recupero anche dal punto di vista comportamentale.

Fido trova così tanti “genitori a distanza”, ma è soprattutto con Cinzia che instaura un rapporto speciale che si fa sempre più stretto. Fino alla decisione che cambia totalmente la sua vita: Cinzia, insieme a suo marito Roberto, decide di adottarlo definitivamente. Il lieto fine, quindi, è generale, perché anche i suoi due compagni di sventura sono stati nel frattempo affidalieto fine fido con proprietari-1-NSti.

La testimonianza di Cinzia è bellissima perché è un invito a tutti quanti adottano cani in canile, spesso problematici, a non mollare mai: «Dopo l’euforia dei primi giorni è seguita una serie di problemi che hanno creato una crisi. Io non avevo mai avuto un cane e non sapevo come approcciarmi. Fido è un cane buono ma con un triste passato, quando l’ho capito ho tirato fuori la pazienza che deve accompagnare l’amore per un animale, così guardando le cose più dalla sua ottica che dalla mia tutto è andato a posto. Fido – prosegue Cinzia – si è rivelato un cane alla ricerca di coccole e affetto, ha due occhietti che fanno trasparire la sofferenza che ha passato. È l’ombra di mio marito, ma anche con me è molto affettuoso. Gli vogliamo davvero molto bene.»

Buona vita, Fido: hai trovato la famiglia giusta per te che non si è fermata alle prime difficoltà e ha scelto di regalarti un futuro di amore e, soprattutto, tanta buona pappa ogni giorno!

lieto fine fido3-sito-690