Ciao Raimondo, ci hai lasciati troppo presto.

Sono passate poco più di due settimane da quando abbiamo annunciato la felice adozione di tre mici del Progetto Famiglia a Distanza, presentando le new entry inserite al loro posto: Raimondo, Dieghito e Kikka.

Purtroppo siamo già qui a comunicare una triste notizia che non avremmo mai voluto darvi: il dolce Raimondo, ancora giovane ma affetto dalla leucemia felina (FeLV), se n’è andato domenica pomeriggio senza far rumore, nella sua morbida cuccia.

Sapevamo che quella maledetta malattia non gli avrebbe lasciato scampo, ma non credevamo di doverlo salutare così presto e la sua morte ha lasciato sgomenti tutti noi e anche le cinque famiglie a distanza che lo avevano adottato.

Lasciamo la parola alla volontaria Giulia, co-responsabile del Progetto Famiglia a Distanza.

«Vogliamo spendere due parole anche per lui perché, come per tutti loro, in questo pezzo di strada siamo la loro famiglia.

Raimondo era un gatto tranquillo e discreto, che ti amava e si faceva amare in silenzio. Entravi e si strusciava per qualche carezza, aspettava osservandoti mentre sistemavi il box e giocavi con il piccolo Dieghito. Quando ti sedevi, pian piano te lo trovavi vicino a guardare fuori e, come solo i gatti sanno fare, ti infondeva la tranquillità di cui spesso abbiamo bisogno.

In suo nome – uno “sfigatto” con tanto amore da dare – prendete coraggio e fate in modo che anche quelli più sfortunati possano godere di una vera famiglia. Ricordatevi: non conta la quantità ma la qualità del tempo che si può passare insieme. Siate coraggiosi per tutti i Raimondo di qualsiasi specie.

Ciao micione bello.»