Terry – adottata!

Scheda numero: 34472
Età:
nata maggio 2020.
Sesso:
Femmina

Sterilizzato/a:
NO da sterilizzare

Nel rifugio dal:
21 agosto 2020.
Generalità:

stupenda gattina dal pelo tigrato semi-lungo (assomiglia non poco a un micio di razza Maine Coon or Norvegese delle Foreste).
Vaccinata e microchippata.

Provenienza:

rivenuta a Monza in via Buonarroti. Zoppicava un pochino, forse dovuto a una caduta, ma ora sta bene.

Carattere:

Non fatevi ingannare dalla faccina angelica di questa simpaticissima gattina: è una vera teppista! Il nome “Terry” è stato scelto infatti come diminutivo di “terremoto”, potete quindi immaginare quanto sia vivace!
Come tutti i gattini è una gran giocherellona: gioca con qualsiasi oggetto ma, se non state attenti, anche con i vostri mani – vizio da scoraggiare sempre. (Vedi i nostri consigli sotto.) Socievole e aperta, quando non sta giocando si lascia pure coccolare e fare i grattini.

Adozione ideale:

adatti a tutti, anche a chi è alla prima esperienza, ma meglio no bambini piccoli proprio perché per ora ha ancora la tendenza di giocare in modo molto fisico: può quindi anche far male con le unghiette senza alcuna intenzione aggressiva.
Sarà importante abituarla a giocare con giochini e altri oggetti appropriati e non lasciarla mai “predare” le nostre mani o piedi.
Come sempre nel caso di gattini, tassativa l’adozione presso persone con tempo e voglia di giocare e interagire con lei e con una buona presenza in casa: non è pensabile lasciarla da soli per 8/10 ore al giorno a quest’età, anche se adottati assieme.
Adottabile solo nella provincia di Monza e Brianza e nei comuni strettamente limitrofi.
.

I CONSIGLI PER I GATTI E GATTINI CHE GIOCANO “DURO”

.
Come facciamo a scoraggiare il gioco “fisico”?

È importante scoraggiare il prima possibile questo modalità di gioco, evitando assolutamente di usare le mani o piedi nel gioco.
Nel gioco sociale o interattivo è opportuno in primis l’uso di giochi e giocattoli come la “cannetta da pesca”, ma anche palline di ogni genere, finti topolini (anche con il sonaglio che squittisce quando viene mosso), fili e piume, in modo da togliere dalle nostre mani e altre parti del corpo le sue attenzioni predatorie e reindirizzarle verso altri oggetti più appropriati, che simulano in qualche modo, nell’aspetto o nei movimenti, le sue prede naturali. Questo non vuol dire limitare la sua esuberanza, ma incoraggiarlo a esprimerla in modo diverso e meno dannoso per noi.
Offrite al micio un’ampia selezione di giochi di vario genere, sia interattivi che solitari, e di rotearli spesso – i gatti amano la varietà!
.

E se vi addenta la mano?

Cercate di allontanare la mano, tenendola possibilmente molle e rilassata. Non strappatela via, non gridate e non agitatevi: il gatto potrebbe prendere la vostra reazione come un incoraggiamento al gioco! Se necessario distraete contemporaneamente il micio tenendo un gioco con la mano libera (es. la canna da pesca).
Una volta liberata la mano, dedicatevi al gioco con fili, cannette, palline e quant’altro.

Per info contattare:

In questo periodo le visite al rifugio di Monza sono esclusivamente su appuntamento.
Per fissare un appuntamento o per informazioni sui gatti ospitati, si prega di scrivere ad adozioni.gatti@enpamonza.it, oppure telefonare al numero 039-835623, operativo ogni pomeriggio dalle 14.30 alle 17.30.
Normalmente il rifugio di Via San Damiano 21 è aperto al pubblico tutti i pomeriggi dalle 14.30 alle 17.30 escluso il mercoledì.
Il ritorno alla regolare apertura libera verrà comunicato sul sito e su Facebook.